Italgas

Italgas

ItalgasItalgas – Italgas è il maggiore operatore in Italia nel settore della distribuzione del gas naturale, con una quota di mercato superiore al 30%, e gode di una posizione di leadership anche a livello europeo. Al fine di migliorare ulteriormente il proprio posizionamento sul mercato, il gruppo, che rappresenta una realtà ormai consolidata sul territorio italiano dopo quasi 180 anni di attività, ha deciso di quotarsi sul segmento MTA nel novembre 2016 ed è stato inserito nell´indice FTSE Mib. Italgas deve il proprio successo secolare ad una strategia fondata su valori cardine, quali il mantenimento di elevati standard qualitativi, l´efficienza, l´attenzione verso le opportunità di sviluppo e la valorizzazione del patrimonio aziendale. Italgas è attualmente orientata verso investimenti per l´espansione, lo sviluppo e la gestione delle reti, con particolare attenzione per il Sud Italia. Analizzando l´andamento grafico del titolo, si denota come il titolo abbia subito un forte movimento al ribasso nel mese di novembre, arrivando a perdere quasi il 40%, in concomitanza con la sua quotazione sul mercato. Tuttavia, questo movimento è stato riassorbito nel giro di un mese da un leggero trend rialzista, che ha riportato i prezzi in area 3,50. A partire da fine dicembre, i prezzi hanno iniziato una fase laterale continuativa, oscillando tra un supporto statico individuabile attorno ad un prezzo di 3,70 e un livello di resistenza posto in area 3,85; l´unica fuoriuscita è avvenuta a fine gennaio, con la rottura del supporto, ma è stata tempestivamente assorbita nel corso di una settimana circa, riportando le quotazioni all´interno del canale di oscillazione. Sulla base di quanto appena analizzato, si potrebbero ipotizzare due diverse casistiche per i prossimi giorni: la continuazione dell´attuale fase laterale, oppure l´avvio di un movimento direzionale. Relativamente alla prima ipotesi, i volumi e la volatilità ridotta, nonché i segnali di ritorno verso la media dei principali indicatori/oscillatori, potrebbero prospettare un riavvicinamento dei prezzi al livello di supporto. Tuttavia, non è possibile escludere che la rottura del supporto stesso avvenuta a fine gennaio possa essere un segnale di indebolimento del canale di oscillazione; pertanto, i prezzi potrebbero superare la resistenza storica, andando a creare un massimo crescente. Si potrebbe, quindi, impostare una strategia buy area alla rottura del prezzo di 3,71, sul quale si sono fermate diverse candele daily, con target a 3,81 e stop loss a 3,65, in corrispondenza del livello di supporto. Alternativamente, se i prezzi dovessero violare la resistenza posta a 3,85, si potrebbe adottare un buy up, con target a 3,97 e stop loss in corrispondenza dell´ultimo minimo registrato a 3,75.

Prova FIDA TRADER, Dati Metastock di qualità! E´ arrivata la nuova FIDAworkstation Plus, provala gratuitamente! FIDA Finanza Dati Analisi Srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.