UBI Banca

UBI Banca

UBI BancaUBI Banca – Quadro grafico di forte incertezza per il gruppo bancario nato nel 2007 dalla fusione fra Banche Popolari Unite e banca Lombarda. A seguito dell´ottimo periodo di crescita che ha interessato i corsi da metà 2013 fino ad aprile 2014 e che li ha condotti, in corrispondenza del segnale di ipercomprato degli oscillatori, a massimi di periodo in area 7.5, la debolezza delle quotazioni e i massimi decrescenti hanno dato origine ad un movimento ribassista che ha riportato i corsi ai livelli del 2013 in area 5.18 lo scorso dicembre. Il gap di rottura registrato ad inizio 2015, supportato da alti volumi di contrattazione, ha permesso ai prezzi di violare le resistenze testate nella tendenza ribassista e ha determinato un´inversione di tendenza con annessa rottura della trendline in area 6.2 euro. Il trend ha permesso ad aprile il raggiungimento di nuovi massimi di periodo leggermente al di sotto degli 8 euro. Nelle recenti sedute il titolo, non riuscendo a violare la soglia psicologica degli 8 euro, ha dato l´avvio ad un canale laterale compreso tra il supporto statico dei 6.5 euro e l´area resistenziale degli 7.83 euro, che si protrae ancora oggi. Tecnicamente, l´uscita dal canale sarebbe possibile con la violazione della resistenza statica citata precedentemente e si aprirebbero quindi spazi per strategie rialziste basate sulla forza. In uno scenario alternativo, se i corsi rimbalzassero sugli 8 euro, si assisterebbe ad un proseguimento del periodo di incertezza, intervallato da numerosi gap di rottura. In tal caso strategie di tipo Buy Area sarebbero maggiormente profittevoli. FIDA Finanza Dati Analisi Srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.